A ferragosto avevano letteralmente saccheggiato un distributore di carburante; i carabinieri, identificano tutti, uno ad uno, 40 le persone denunciate per furto aggravato.

Aveva fatto un favore ad un amico, un cliente abituale, il titolare di un distributore “Eni” di Viale Jonico a Giarre, l’indomani di ferragosto, come detto prima, per fare un favore ad un amico che doveva rifornire urgentemente il proprio mezzo, il gestore ha attivato l’impianto automatico, ha fatto il piano all’amico, ma al momento di richiuderlo ha dimenticato di reinserire la funzione di erogazione automatica del carburante, lasciando di fatto le colonnine accessibili a tutti, e questo è ovviamente costato caro al gestore.

In poco tempo i clienti si sono accorti che le colonnine erogavano carburante gratis, ed ecco un via via di gente affollare la pompa di benzina, si ebbero varie chiamare ad amici e parenti, che nel giro di poche ore hanno fatto il pieno alla loro auto  con numerosi bidoni  di cui ognuno  di loro si era fornito, ma qualcuno, fornito ancora di senso civico, notando tutto ciò  ha avvertito la vittima  di quanto stesse accadendo, consentendogli in questo modo di contenere almeno i danni ammontati alla fine a circa 10.000 euro.

La denuncia è stata presentata alla stazione di Macchia di Giarre , e le indagini dei Carabinieri, i quali, grazie alle immagini registrate dalle telecamere  attivate all’interno dell’area di rifornimento, hanno potuto annotare le  targhe delle auto  e fissare i volti di uomini e donne tra cui anche di molti pregiudicati, ai quali, mediante la conoscenza del territorio ed i dovuti riscontri investigativi,m è stata data una identità consentendo la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here