ACI CATENA,spari contro l’abitazione della maestra sospesa per maltrattamenti

La maestra di ACI CATENA,che una settimana fa è stata sospesa per maltrattamenti fisici e psicologici nei confronti dei suoi alunni,ha presentato una denuncia questa mattina ai carabinieri,affermando di aver sentito delle forti esplosioni,che si sono poi rivelati colpi di arma da fuoco.La donna afferma:”ho sentito tre colpi ma pensavo che fossero stati gli stranieri che abitano vicino casa mia.La mia stanza da letto è proprio di fronte la porta dove hanno sparato.Ero nel letto,stavo guardando la tv,ma non mi sono alzata,non mi sono resa conto”.I colpi di pistola erano infatti diretti alla porta di casa della cinquantanovenne che durante la denuncia ha pianto ininterrottamente,dichiarando di avere molta paura per la sua vita.La maestra che abita da sola,ha preferito lasciare per qualche giorno la sua abitazione.L’avvocato penalista ORAZIO Consolo,legale della donna ha affermato che il can can mediatico,le telecamere i servizi e le dirette davanti la scuola,abbiano fomentato sentimenti di odio e di vendetta.”Ci auguriamo che i colpevoli di tale gesto siano identificati prima possibile”dichiara il legale della maestra.Sul fatto indagano i carabinieri di Acireale,i quali stanno potenziando i servizi di controllo presso l’abitazione della donna.Il sindaco di ACI CATENA,Nello Oliveri ha dichiarato che” non si combatte la violenza con altra violenza e che il vile gesto è da condannare senza appello”I genitori degli alunni maltrattati dalla maestra,hanno preso le distanze da questo vile gesto e hanno mostrato una profonda indignazione,dichiarando:”condanniamo questi gesti,noi ci siamo rivolti alle istituzioni per avere giustizia e la chiediamo per i nostri figli e per la maestra.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here