Al processo “Spese pazze all’Ars” condannato il sindaco di Catania Pogliese

La terza sezione del tribunale di Palermo ha condannato cinque dei sei imputati del processo per le cosiddette spese pazze dell’Ars.

Fra i colpevoli Salvo Pogliese, sindaco di Catania in carica ed ex deputato: ha avuto 4 anni e 3 mesi.

Per effetto della legge Severino dovrebbe essere sospeso per 18 mesi. Unico assolto Titti Buffardeci.

I giudici hanno condannato gli imputati a pene relativamente severe, sopra i due anni, e che dunque non possono essere sospese: e chi ha avuto oltre 4 anni rischia di scontare la pena in carcere.

Oltre all’attuale sindaco di Catania Salvo Pogliese (4 anni e 3 mesi), il collegio presieduto da Fabrizio La Cascia ha inflitto 4 anni e 8 mesi a Rodolfo, detto Rudy Maira, ex capogruppo all’Ars dell’Udc; 3 anni e 8 mesi a Cataldo Fiorenza, ex Mpa, imputato come capogruppo del Gruppo misto; 3 anni e 6 mesi a Giulia Adamo (ex Forza Italia, imputata per il Gruppo misto) e 3 anni a Livio Marrocco, ex di Futuro e Liberta’.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here