Arrestato dopo l’undicesima evasione dagli arresti domiciliari e sanzionato per non aver rispettato le prescrizioni previste per il contenimento del contagio da Covid-19

Nella giornata di ieri pomeriggio, il personale dell’UPGSP e il personale del Commissariato San Cristoforo, è stato impegnato nell’ormai consolidata attività di controllo del territorio, portando all’arresto di R.L., classe 1978 resosi colpevole del reato di evasione degli arresti domiciliari.

L’uomo era stato tratto in arresto pochi giorni fa in quanto in presa ad uno stato di ubriachezza era uscito dalla sua abitazione aggredendo prima i vicini di casa e dopo i poliziotti giunti sul posto per calmare l’agguato , causando agli agenti e ai vicini di casa svariate contusioni.

Nel pomeriggio di ieri, l’uomo aveva ricominciato ad infastidire i condomini che per questo motivo avevano nuovamente richiesto l’intervento dei poliziotti, cosi giunti immediatamente sul posto videro l’uomo in strada distante dalla sua abitazione in compagnia con un altro soggetto, giustificando il fatto di essere appena rientrato dall’ospedale, e attraverso vari accertamenti si appurò che l’uomo era stato dimesso poche ore prima, come scritto dal referto medico per cui il comportamento dell’uomo non ammetteva giustificazioni.

A seguito di questo l’uomo si è reso responsabile dell’undicesima evasione e per tale motivo è stato tratto in arresto e su disposizione del P.M. di turno è stato ricollocato presso la sua abitazione agli arresti domiciliari ed inoltre, è stato anche sanzionato per il mancato rispetto delle prescrizioni previste dal DL 19/2020, per il contenimento del contagio da covid-19

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here