Banca Base di Catania commissariata: quasi 2 mila conti “congelati”

Una «situazione che lascia esterrefatti e che non è mai avvenuta in Italia per nessun altro commissariamento». E’ il commento dell’Associazione Vittime del Salva Banche alla vicenda dei quasi duemila correntisti di Banca Base (Banca sviluppo economico) di Catania, che si sono trovati i loro conti correnti congelati perché la banca è stata commissariata e posta, su indicazione della Banca d’Italia, in amministrazione straordinaria il 13 febbraio scorso a causa della mancanza di liquidità.

I loro conti correnti rimangono bloccati per un altro mese perché il provvedimento di blocco, in scadenza ieri, è stato prorogato per un altro mese dal commissario Antonio Blandini.

«In tutto questo tempo – afferma l’Associazione – i correntisti, che ancora non hanno nessuna notizia certa, hanno potuto solamente procedere ad un prelievo di 250 euro concesso dai commissari e con questa cifra hanno dovuto sopravvivere tutti questi giorni, facendo la spesa, mettendo il carburante ed affrontando le tante piccole spese della vita quotidiana».

«A tal proposito – conclude l’Associazione – è stato creato un gruppo Facebook per raccogliere le testimonianze dei correntisti che in questi giorni, come hanno riferito alla nostra Associazione, vivono momenti di incertezza e profonda angoscia per le sorti dei loro risparmi, essendo costretti a rivolgersi ad amici o parenti per poter affrontare le piccole spese di tutti i giorni».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here