Catania, nell’armadietto di operaio addetto a bagagli nell’aeroporto valute estere, occhiali, profumi…

L'uomo, dipendente di una società di handling operante nello scalo aereo, deferito dalla Polizia di frontiera alla Procura della Repubblica

Personale della squadra di Polizia giudiziaria dell’Ufficio di Polizia di frontiera attivo nell’aeroporto di Catania, «a seguito – si legge in una nota della stessa Polizia – di una attenta e capillare attività d’indagine volta alla repressione dei reati perpetrati in questa aerostazione e più precisamente sui bagagli da stiva dei passeggeri in partenza e/o arrivo» ha deferito «in stato di libertà alla locale Procura della Repubblica per il reato ex art. 648 del C.P.,



un operaio addetto allo scarico e carico bagagli, dipendente di una società di handling operante in questo scalo aereo, poiché sottoposto ad un controllo del proprio armadietto veniva trovato in possesso di diversi oggetti (occhiali da donna, coltelli, svariati profumi nonché numerose banconote estere) di dubbia provenienza. All’uomo è stato altresì revocato il pass aeroportuale per l’accesso in area sterile»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here