Denunciati dagli Agenti del Commissariato Nesima due fratelli per attività illegale di posteggiatore e resistenza a Pubblico Ufficiale

Una vera follia ciò che è accaduto nella giornata di ieri alle spalle dell’edificio del Commissariato di Nesima, follia messa in atto da due fratelli pregiudicati, controllati dagli agenti mentre esercitavano l’illegale attività di posteggiatori.

I due fratelli per “lavorare” si erano scelti un’area vicina ad un supermercato, nella quale, i clienti di tale supermercato erano costretti a posteggiare subendo la richiesta di denaro.

I due pregiudicati, vedendo raggiungere i Poliziotti verso di loro, si sono opposti al controllo, dichiarando di non essere in possesso dei documenti di riconoscimento.

Agli insulti ed alla minacce dei posteggiatori hanno fatto seguito il vociare della madre e della moglie di uno dei due, aggrappandosi verosimilmente alle divise degli Agenti e ciò, permise ad uno dei due di scappare  a bordo di uno scooter.

I seguenti rinforzi, hanno però messo fine al tumulto ed i quattro soggetti sono stati condotti presso il Commissariato dove hanno continuato con le loro urla.

Alla fine, sono ovviamente scattate; sanzioni amministrative, la denuncia penale per “attività non autorizzata di parcheggiatore guardiamacchine” nonché l’ordine di allontanamento all’attività di parcheggiatore abusivo per uno dei tre, mentre, tutti e 4 i soggetti, sono stati posti alla denuncia in stato di libertà per i reati di resistenza e minaccia a Pubblico Ufficiale e per il rifiuto di fornire le proprie generalità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here