Domenica dei musei per vedenti e non vedenti, un esperienza “tutta da toccare” domenica 7 ottobre.

Dopo una breve pausa estiva, ritorna l’appuntamento con “una domenica al museo”, presso il Polo Tattile Multimediale, della Stamperia Regionale  Braille di Catania, che si trova in via Etnea 602, iniziativa organizzata dal Ministero dei Bene e delle Attività Culturali e del turismo e viene svolta in tutta Italia la prima domenica di ogni mese.

Il museo, apre la porta ad i suoi visitatori domenica 7 ottobre, dalle ore 17.00 alle ore 22.00, con ultimo ingresso alle ore 21.00, offrendo un viaggio, per una domenica “tutta da toccare”.

I visitatori non vedenti e vedenti, potranno, attraverso il tatto, potranno conoscere e scoprire i capolavori artistici e monumentali dell’Europa e del Mediterraneo, grazie alle riproduzioni esposte.

All’interno del museo, si possono sperimentale, conoscere e toccare con mano molti capolavori artistici, dai plastici architettonici, come la Cupola della Roccia di Gerusalemme, dal Colosseo alla Tour Eiffel, alle Piramidi di Egitto, e poi, inoltre, opere pittoriche in rilievo  come “La Creazione di Adamo” di Michelangelo, alla Medusa di Caravaggio.

Grazie al percorso tattilo/plantare, i disabili, potranno visitare il museo in piena autonomia eliminando ogni tipo di barriera architettonica, sino a giungere al “Giardino Sensoriale”, qui, il vedente, viene bendato, per provare una “realtà al buio” sconosciuta, stimolando cosi nuove percezioni olfattive, tattili e sonore.

Un emozione unica sarà anche il “Bar al buio”, il primo permanenti in Italia, che permette, agli ospiti vedenti di gustare un caffè o una bevanda e toccare  i quadri in bassorilievo, totalmente al buio immergendosi cosi in una realtà sconosciuta, tutto accompagnato dai non vedenti nel ruolo di guide e banconisti.

L’ultimo tratto del percorso, sarà lo showroom “Frammenti di Luce”, che offre ai visitatori la possibilità di provare e conoscere gli ausili per i non vedenti ed ipovedenti, come: libri, sussidi didattici, ausili per l’autonomia personale e domestica, giochi di società e strumentazioni informatiche.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here