Dopo una prima truffa di 10.000 euro, alla seconda truffa trovano i carabinieri, arrestati due uomini.

I Carabinieri della Stazione di Mineo, hanno tratto in arresto; Michele  Francesco  Cirami, 57 anni, insieme al suo complice di 26 anni, in quanto responsabili  del reato di trucca continuata.

Lo scorso 8 settembre, i due si erano presentati presso una ditta di Mineo che si occupa di commercializzazione  di prodotti per l’agricoltura, essi comprarono materiale vario  che venne pagato tramite un assegno per l’importo di 10.500 euro.

Dopo alcuni giorni, l’amministrazione della società, dalla bianca di riferimento ha ricevuto la notizia  che l’assegno era stato staccato da un carnet collegato ad un conto corrente estinto  nell’anno 2009.

Successivamente, i due si ripresentarono presso la ditta per acquistare altro materiale, saldato poi tramite un assegno di 5.800 euro, ma, al momento di caricare la merce  sull’autocarro, si sono presentati i Carabinieri, ammanettandoli immediatamente.

I militari, hanno accertato che il secondo assegno era sempre collegato al conto estinto nel 2009, ed all’interno del mezzo, hanno trovato  altri titoli bancari su cui sono in corso degli accertamenti.

Nell’abitazione dell’uomo di 57 anni, Cirami, sono stati trovati alcuni materiali presi l’8 settembre e sono stati ridati all’aventi diritto. L’autocarro  è invece stato posto sotto sequestro, mentre  i due uomini, dopo le formalità di rito  sono stati posti ai domiciliari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here