Elezioni: italiani chiamati alle urne per il nuovo Governo

Oltre 46 milioni di italiani voteranno per eleggere 630 deputati e 315 senatori, con la legge elettorale Rosellatum bis in vigore dal 3 novembre 2017

0

Dopo una lunga campagna elettorale, confronti televisivi, promesse più o meno attendibili, scambi di battute spesso al vetriolo, domani, gli italiani saranno chiamati ad esprimere un voto importante per il futuro dell’Italia. Gli italiani saranno chiamati domani al voto. Si potrà votare solo domani dalle ore 07:00 alle ore 23:00. I candidati della Camera dei Deputati e del Senato sono:

  • Lega Salvini Premier (Matteo Salvini);
  • Movimento 5 Stelle (Luigi Di Maio);
  • Partito Democratico (Matteo Renzi);
  • Fratelli d’Italia (Giorgia Meloni);
  • Civica Popolare Lorenzin (Beatrice Lorenzin);
  • Noi Con L’Italia (Raffaele Fitto);
  • Lista Del Popolo (Antonio Ingroia);
  • Casapound Italia (Simone Di Stefano);
  • Democrazia Cristiana (Giovanni Fontana);
  • Confederazione Grande Nord (Marco Giovanni Reguzzoni);
  • Potere al Popolo (Viola Carofalo);
  • Siamo (Dario Miedico);
  • Italia Europa Insieme (Giulio Santagata);
  • Free Flights To Italy (Giuseppe Macario);
  • Il Popolo Della Famiglia (Mario Adinolfi);
  • Per Una Sinistra Rivoluzionaria (Claudio Bellotti);
  • Destre Unite (Massimiliano Panero);
  • Movimento Politico Pensiero Azione (Antonio Piarulli);
  • Movimento Delle Libertà (Massimo Romagnoli);
  • Partito Valore Umano (Pasquale Ruga);
  • SMS – Stato Moderno Solidale (Silvana Arbia);
  • Movimento Politico Italia Nel Cuore (Mauro Tiboni);
  • Italia Agli Italiani (Roberto Fiore);
  • Sudtiroler Volskpartei (Phillip Achammer);
  • Partito Comunista (Marco Rizzo);
  • Patto Per l’Autonomia (Massimo Moretuzzo);
  • Liberi e Uguali (Pietro Grasso);
  • Movimento Politico Forza Italia (Silvio Berlusconi);
  • Unione Sudamericana Emigrati Italiani (Eugenio Sangregorio);
  • MIR Italia (Gerardo Meridio)
  • Fronte Friulano (Claudio Antonio Boaro);
  • Autodeterminazione (Anthony Muroni);
  • Partito Repubblicano Italiano (Denis Verdini);
  • Blocco Nazionale Per Le Libertà (Massimo Renato Lorenzo, Mallucci De Mulucci);
  • 10 Volte Meglio (Andrea Dusi);
  • Unione Tricolore America Latina (Fabio Massimo Cantarelli).

Per votare, è necessario portare con sé un documento di riconoscimento valido e tessera elettorale. Chi non possiede la tessera elettorale, può recarsi presso il Comune di residenza ed ottenerla. Gli uffici saranno aperti dalle ore 07:00 alle ore 23:00 del giorno stesso. Chi invece ha smarrito il documento di riconoscimento, può presentare la denuncia di smarrimento.Al momento della votazione, quindi, verranno fornite due schede, una per la Camera e una per il Senato. Si ricorda che per votare la Camera bisogna aver compiuto i 18 anni d’età, mentre per il Senato i 25 anni. La scheda per la Camera è di colore rosa, quella per il Senato è di colore giallo.

Come si vota: Sulla scheda elettorale, vi sono i simboli di tutti i partiti candidati e per votare correttamente, è necessario mettere una X sul nome del candidato uninominale o sul simbolo del partito che si intende scegliere. Il voto è nullo solo se si tracciano dei segni sulla scheda o se si mette una croce sul nome del candidato e sul simbolo di un partito che non l’appoggia (voto disgiunto). Questa volta, le schede non verranno inserite direttamente nell’urna, ma verranno consegnate prima al presidente che staccherà il tagliando anti-frode con il rispettivo numero di serie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here