Il Popolo Siciliano non è nè Razzista, nè in Malafede

barcone immigrati
Chi vuol far passare il popolo siciliano per razzista oltre ad essere in mala fede, non conosce la realtà del nostro territorio e non ha idea della grave situazione dei centri d’accoglienza.
Non comprende evidentemente che questa gente scappa ed è  costretta a delinquere, perché  la Sicilia non offre già  nulla a chi è nato in questi luoghi, figuriamoci se può  sobbarcarsi i costi e la gestione del fenomeno migratorio! Chi appoggia gli sbarchi, dice si alla nuova tratta degli schiavi e non lasciatevi illudere dalle parole di questi politicanti venduti, che millantano un dialogo con i paesi dai quali partono questi disperati, perché  l’unico accordo stipulato sarà  di origine economica.
La demagogia facile e spicciola, non risolve problemi di carattere internazionale. Il governo centrale ha giocato male le sue carte, l’accordo di Malta è stata una presa in giro colossale, tacciata per “accordo storico”.
Chi prende i soldi da chi? Chi ha interesse affinché  questo fenomeno non si arresti? Non parlo di immigrazione, fenomeno naturale e spontaneo, oltre che una risorsa per tutti i paesi, ma parlo di business sulla pelle degli italiani e degli immigrati clandestini.

Vi dice nulla l’arresto di centinaia di scafisti?

Nessuno dovrebbe morire in mare per scappare da una terra meravigliosa che a causa di politici corrotti viene depredata da investitori stranieri e sfruttata per ricavare materie prime che renderebbero ricca la gente che abita in quei luoghi.

Abbiamo tutti delle colpe, anche i bimbi che muoiono di fame ogni giorno dovrebbero risvegliare le nostre coscienze e le colpe dei padri ricadono sui figli, sui nipoti e su tutte le generazioni future, ma come possiamo spezzare le gravi ingiustizie di cui siamo forse colpevoli o vittime?

Aiutiamo la gente che riusciamo nel nostro piccolo ad aiutare, non inventiamo che gli immigrati ci portano via il lavoro, tanto in Sicilia questo pericolo non si corre, ma non possiamo fare gli ipocriti, da questa “buttanissima” e meravigliosa Sicilia vorremmo di più per tutta la gente onesta che la abita e vorremmo poter dire si, ad un’accoglienza leale e disinteressata.

Non siamo razzisti, siamo semplicemente siciliani e come tutti i popoli del sud siamo accoglienti e generosi, ma la politica ci provoca e ci vuole in guerra  e a noi non resta che scegliere da che parte stare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here