La Polizia Ferroviaria dopo aver intensificato le attività di sicurezza per la giornata di Ferragosto, ha anche bloccato una rissa in stazione tra due uomini ed una donna.

L’attività svolta dalla Polizia Ferroviaria Etnea, in questo periodo di Ferragosto, ha permesso di controllare 1241 persone, di cui 3, sono stati indagati in Stato di Libertà.

Nello specifico, nella settimana dal 10 al 15 agosti,  la Sezione Polfer di Catania, ha intensificato i suoi controlli nella stazione e nei principali siti FS di competenza ad interesse turistico.

Ovviamente, l’affluenza dei vacanzieri è stata altissima, ed ha toccato picchi massini nelle giornata del 14 e 15 Agosto, per la tradizione di passare la notte del Ferragosto in spiaggia e rientrare il giorno successivo, a questi, si aggiungono i turisti che vogliono raggiungere località come Taormina o Siracusa.

Tale abitudine, vede l’incremento di passeggeri sui treni, in modo esponenziale e mette a dura prova, ovviamente, l’apparato della Specialità della Polizia Ferroviaria impegnata su più fronti in Stazione, a bordo treno e lungolinea.

Infatti, sono state impiegate 33 pattuglie, mentre, 7 sono stati i servizi specifici antiborseggio organizzati in stazione, 15 pattuglie sono state impiegate a bordo treno, 28 i treni scortati e 9 le pattuglie lungolinea.

I tre soggetti deferiti all’A.G., sono stati denunciati per rissa avvenuta all’interno della Stazione centrale, rissa che ha portato ad aggressioni reciproche e sono stati prontamente fermagli dagli operatori Polfer, i quali, dopo aver calmato i tre soggetti, hanno accompagnato i due uomini ed una donna  in ufficio.

Inoltre, un servizio di pattuglia di macroarea ha portato gli operatori a rendere sicure le aree fino a Ragusa e Gela nella giornata del Ferragosto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here