Mafia: colpo alla rete di Matteo Messina Denaro, 22 fermi in Sicilia.

Si stringe il cerchio sul capo di Cosa nostra; Matteo Messina Denaro, la polizia, i carabinieri e la Direzione investigative antimafia (Dia) stanno eseguendo un provvedimento  di fermo emesso dalla Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Palermo, nei confronti di ventidue  presunti affiliati alle famiglie mafiose di Castelvetrano, Campobello di Mazzara e Partanna (Trapani).

ll blitz scatta in provincia di Trapani ed è l’ennesimo colpo degli investigatori alla rete relazionale ed economica  di Matteo Messina  Denaro. Le accuse nei confronti degli indagati, sono; associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento, detenzione  di armi e intestazione di beni, tutti reati aggravati dalle modalità mafiose.

Inoltre l’indagine ha consentito  di individuare  la rete usata dal capo di  Cosa nostra per lo smistamento dei “pizzini” con il quale dava disposizione agli affiliati.

Le indagini hanno inoltre confermato sia il ruolo di capo di Matteo Messina Denaro sulle province Trapani, sia quello del cognato, reggente del mandamento di Castelvetrano in seguito all’arresto di altri familiari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here