Nuova Zelanda, sparatoria in due moschee, 49 morti e decine di feriti

49 morti e decine di feriti è questo il bilancio in Nuova Zelanda, dopo la sparatoria avvenuta in due moschee presso la città di Christchrch, di cui, 41 persone sono state uccise nella moschea di Deana Avenue, mentre 7 persone sono morte nella moschea di Linwood, ed una ha perso la vita dopo essere arrivata in ospedale.

Sono stati fermati 3 uomini ed una donna, tra questi l’autore, si chiama Brenton Tarrant, ed è un cittadino australiano di 28 anni, che ha trasmesso la strage su facebook in diretta streaming, il video, di 17 minuti è stato successivamente rimosso dal Social.

L’attacco era stato preannunciato già da due anni, ma hanno scelto come obiettivo la Nuova Zelanda solo 3 mesi fa  ed è ciò che è emerso dal manifesto anti-migranti di 74 pagine che è stato pubblicato su internet.

La polizia, al momento non sta cercando altri responsabili ed ha confermarlo è lo stesso Commissario della Polizia, Mike Bush.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here