Polizia di Stato effettua controlli anticrimine in zona Borgo Ognina

Nei giorni scorsi, il personale del Commissariato Borgo Ognina, ha effettuato controlli
straordinari finalizzati al contrasto del crimine diffuso nel quartiere Villaggio Dusmet.
Nel suddetto quartiere, i poliziotti hanno notato la presenza di diversi manufatti con costruzioni in rete metallica e in parte in cemento realizzati abusivamente occupando la via pubblica e, fatto grave, è che vi erano rinchiusi cani che davano segni di insofferenza, atteso anche i piccoli spazi.
Al fine di accertare l’eventuale maltrattamento degli animali e l’invasione abusiva dello spazio pubblico, i poliziotti hanno proceduto al controllo di detti luoghi e, in effetti, è stata
riscontrata l’occupazione abusiva di un’ampia superficie di centinaia di metri quadri che,
recintata illegalmente, è divenuta una struttura/canile con presenza di diverse gabbie in
rete metallica e cemento separate che contenevano cani e che, di fatto, erano divenute
pertinenze di abitazioni limitrofe.
Individuati i 7 proprietari degli animali, residenti nei pressi di detta area, gli stessi hanno
subito ammesso di avere costruito abusivamente dette strutture e di essere proprietari dei
tre cani trovati (altre gabbie erano vuote), hanno anche riferito che erano privi di “micro
chip” e precisato di non avere luoghi idonei presso le proprie abitazioni.
Per tali motivi, le 7 persone sono state indagate in stato di libertà per i reati previsti dagli
art. 633 e 727 del codice penale, che puniscono l’invasione illegale di terreni e la detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura tali da creargli gravi sofferenze.
A tal proposito, si precisa che detti animali erano custoditi in spazi angusti, luoghi sporchi ed esposti alle intemperie con assenza di acqua e cibo su un lastrico di cemento che al momento del controllo risultava bagnato.
Detti soggetti sono stati altresì indagati per il reato di abusivismo edilizio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here