Ribera: Gdf sequestra discarica abusiva

GUARDIA DI FINANZA: OPERAZIONE “TERRA BUONA”,
SEQUESTRO DI UNA DISCARICA ABUSIVA A RIBERA
A SEGUITO DI UNA COMPLESSA ATTIVITÀ DI INDAGINE, COORDINATA DAL
SOSTITUTO PROCURATORE ALESSANDRO MOFFA DELLA PROCURA DELLA
REPUBBLICA DI SCIACCA E VOLTA A RISCONTRARE E REPRIMERE REATI
AMBIENTALI, I FINANZIERI DELLA LOCALE COMPAGNIA, HANNO SOTTOPOSTO A
SEQUESTRO, IN RIBERA, UN AREA DI CIRCA 1000 MQ IN CUI ERANO AMMASSATI
RIFIUTI SPECIALI E PERICOLOSI.
LE FIAMME GIALLE SACCENSI, RISCONTRANDO LA PRESENZA DI MATERIALE DI
VARIO GENERE E, IN PARTICOLARE, DI AUTOVETTURE CANNIBALIZZATE PER LA
SUCCESSIVA RIVENDITA DEI PEZZI DI MAGGIOR VALORE, HANNO INDIVIDUATO
UNA VERA E PROPRIA ATTIVITA’ NON AUTORIZZATA DI RACCOLTA,
SMALTIMENTO E COMMERCIO DI RIFIUTI; IL TUTTO IN VIOLAZIONE DELLA
NORMATIVA AMBIENTALE E CON POSSIBILI RIPERCUSSIONI SULLA SALUBRITA’
DEL SUOLO E DELL’ARIA CIRCOSTANTE.
GLI ULTERIORI RISCONTRI EFFETTUATI DAI MILITARI HANNO RILEVATO, INOLTRE,
LA PRESENZA DI AUTOVETTURE RUBATE E PRONTE AD ESSERE SMONTATE E
VENDUTE A PEZZI.
LA POSIZIONE DELL’INDAGATO, SCONOSCIUTO AL FISCO E PRIVO DI SPECIFICA
LICENZA, E’ ATTUALMENTE AL VAGLIO DEI FINANZIERI AL FINE DI RICOSTRUIRNE
I REDDITI PERCEPITI E LE IMPOSTE SOTTRATTE ALL’ERARIO.
L’ATTIVITA’ SINORA CONDOTTA, HA COMPORTATO IL SEQUESTRO DELL’AREA E
LA DENUNCIA A PIEDE LIBERO DI UN SESSANTENNE DI RIBERA PER ATTIVITA’ DI
GESTIONE DI RIFIUTI NON AUTORIZZATA E PER IL DELITTO DI RICETTAZIONE.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here