Rubano 310 batterie industriali e fuggono: bloccati e denunciati 3 uomini

Poiché si sono recentemente registrati diversi furti di batterie industriali, utilizzati dal
Gestore della rete ferroviaria nazionale per garantire il funzionamento dei passaggi a
livello, in caso di interruzione dell’energia elettrica, la Polizia Ferroviaria ha avviato, in
collaborazione con il presidio di Protezione aziendale del gruppo R.F.I., una serie di mirati
controlli, allo scopo di infrenare tale fenomeno.
E proprio durante un servizio effettuato nei giorni scorsi, personale della Polizia
Giudiziaria della Sezione Polizia Ferroviaria di Catania, in prossimità della Stazione
Ferroviaria di Bicocca, ha proceduto al controllo di un autocarro con tre persone a bordo
che marciava lentamente a causa dell’evidente carico trasportato, anche evidenziato dallo
schiacciamento degli pneumatici.
In effetti, all’interno del cassone del Fiat Daily Iveco, erano accatastate 310 batterie al
piombo, alcune di grosse dimensioni, altre leggermente più piccole. I tre occupanti, tutti
palermitani, sono stati identificati per B.G. di anni 27; P.G. di anni 23 e C.G. di anni 26, con
precedenti per reati contro il patrimonio. Gli immediati accertamenti hanno permesso di
stabilire che 70 batterie erano di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana e 45 erano di proprietà dei gestori telefonici WindTre e Vodafone, essendo state trafugate dai ripetitori:
tutte sono state restituite agli aventi diritto.
Per le alte batterie industriali rinvenute, sono ancora in corso accertamenti allo scopo
di verificarne la proprietà.
Ad ultimati accertamenti ed indagini, i tre soggetti, essendo emerse gravi responsabilità penali per il reato di ricettazione e per reati ambientali, sono stati deferiti in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale.
Chi avesse subìto un furto di batterie industriali, del tipo di quelle sequestrate e mostrate in foto, potrà rivolgersi alla Sezione Polizia Ferroviaria di Catania, per il riconoscimento e l’eventuale restituzione, portando la denuncia di furto al seguito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here