Sequestro di un centro estetico di un esponente del clan Santapaola

La Polizia di Stato, ha eseguito un sequestro preventivo, su delega della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, relativo a quote societarie, beni aziendali mobili ed immobili e conti correnti della società “Nails Xpress Italia s.a.s di B.V. & C”.

Il provvedimento è stato emesso in data 20/02/2019, nei confronti di; M.A.G, classe 1964, pregiudicato, B.V., M.M.O., M.R.G.A., e M.V.M., indagati per il reato di trasferimento fraudolento di valori.

La società sarebbe stata creata per schivare le disposizioni di legge in materia di misure di prevenzione patrimoniale nei confronti del pregiudicato M.A.A., condannato più volte per il reato di associazione mafiosa del clan Santapaolo-Ercolano.

Le quote della società, venivano attribuite, prima a M.R., in qualità di socio accomandatario e M.V.M., e poi a M.M.O., in qualità di unico socio e amministratore della società, ed infine a B.V.,  e M.M.O.

Le indagini tecniche erano state avviate il 17 ottobre del 2016 dalla Squadra Mobile, su M.A.A.G., esponente dell’organizzazione mafiosa Santapaola-Ercolano, già condannato due volte per associazione mafiosa ed è noto per le sue capacità imprenditoriali e per il riciclaggio dei proventi delle attività illegali.

Le indagini tecniche si sono concluse nel febbraio 2017 dopo l’arresto del suddetto pregiudicato, destinatario della carcerazione emessa il 30 novembre della Procura Generale della Repubblica di Catania, con la relativa pena di anni 1 di reclusione per associazione per delinquere di stampo mafioso e libertà vigilata per anni 1.

Il soggetto dopo il periodo di libertà vigilata aveva avviato trasferimenti di quote societarie che conducevano nella sua sfera possessoria un’impresa di centro estetico.

Le intercettazioni, hanno evidenziato che il pregiudicato, anche se risultava soltanto un dipendente della società, ne era di fatto il titolare.

L’ultima intercettazione effettuata l’11 ottobre del 2018, ha evidenziato l’inserimento nella società di B.V.G., nominato socio accomandatario.

Le indagini di sono concluse nel mese di dicembre del 2018 e confermano la riconducibilità della società a M.A.G.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here