Si spegne a Roma Bernardo Bertolucci, il regista di “Ultimo Tango a Parigi”.

Bernardo Bertolucci, famoso regista, si è spento nella giornata di oggi a Roma, per via di una malattia, all’età di 77 anni.

Uno dei più grandi registi di Cinema Italiano, autore di molti capolavori, come “Ultimo Tango a Parigi”, “Novecento”, o “L’ultimo imperatore”.

Un’artista come pochi, in grado di entrare nell’anima delle persone di ogni età.

Bernardo Bertolucci, nasce nel 1941, a Parma, all’età di 15 anni però con la famiglia si trasferisce a Roma e questa fu una sua fortuna, perchè pubblica una sua raccolta di poesie dal titolo “In cerca del mistero” e successivamente divenne amico e collega di Pasolini e da quest’ultimo ricevette  l’incarico di regista per “La commare secca”, era il 1963.

Il regista scelse Parigi per un suo film; “Ultimo tango a Parigi, ma questo crea un vero e proprio scandalo per via delle immagini forti, che gli costarono il rimpatrio in Italia nonché il ritiro per  5 anni  del diritto di voto, dichiarando: “Amavo ed amo la libertà e sono sempre stato contro ogni forma di censura. Allora pensavo che il mio destino fosse accomunato a quello di Pasolini e mi sentivo un eroe maledetto. Oggi la vedo diversamente, ma se il mio film ha qualche merito, ci conto anche quello di aver infranto tabù anacronistici”.

Molti gli attori affranti dal dolore, tra cui, una dei tanti, Stefania Sandrelli, che scrive “Se ne è andato il mio ‘ultimo Imperatore’, grazie per essere stato cosi speciale, per il tuo cinema cosi speciale. Spero di incontrarti ancora e di fare un altro film insieme”.

La vita del regista fu piena di lavoro, non solo a livello Europeo ma anche a livello Americano, lavorando con attori proveniente dal panorama mondiale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here